martedì 4 gennaio 2011

Teatro: Mistero Buffo di Dario Fo e Franca Rame a Milano 41 anni dopo.

Sono passati 41 anni dal quel primo Mistero Buffo; era il 1969, Dario Fo e Franca Rame si esibiscono in una piccola fabbrica dismessa nei pressi di Porta Romana, magicamente tramutata in teatro: è il primo Mistero Buffo, insieme di monologhi ad argomento biblico ispirati da vangeli apocrifi e racconti popolari, recitati in una lingua onomatopeica detta grammelot. Da allora il mistero si è arricchito, ha viaggiato fuori dall'Italia, si è impreziosito di nuovi racconti popolari prendendo spunto da antichi canovacci dell'arte medievale e moltiplicando così il testo originario, tanto che si può ben parlare di più "Misteri Buffi".
Da martedì 4 fino a domenica 16 gennaio, presso il Teatro Nuovo di Milano, Dario Fo e Franca Rame rispolverano alcuni testi scelti tra i misteri dei primordi e tornano sulla scena. Non sarà però, una mera rievocazione storica: lo stesso Fo avverte che ogni sera verrà cambiato il repertorio. E c'è da scommetterci che non mancheranno improvvise deviazioni da quel mistero primordiale, per storpiare in chiave giullaresca e satirica i protagonisti del potere contemporaneo.

Ottantaquattro anni e non sentirli. Mica semplice un'opera così, che fa del corpo, il suono e la voce un tuttuno, un testo che richiama quelle rappresentazioni medievali eseguite dai giullari. Un impegno fisico incredibile per chiunque, eppure ci prova ancora; qualcuno pensa che non ce la farà, ma a Milano c'è la coda al botteghino del teatro. Per chi come me è nato negli anni ottanta, Mistero Buffo è soltanto qualcosa di raccontato, di citato sui libri, di evocato dai ricordi di chi a quel tempo c'era e ha conosciuto anche le polemiche che quest'opera ha scatenato. Tuttalpiù, oggi, è un video assaporato sul web, un appiattimento in pixel della viva tridimensionalità teatrale. Io, Noi, non possiamo sapere cosa sia davvero. Ora che si ripresenta l'occasione di vedere un maestro giullare come Dario Fo farci dono di quel suo grande mistero popolare, è una tentazione fortissima presentarsi e mettersi in coda. Perché è una di quelle occasioni che dici: quando mi ricapita? Si ha la sensazione del momento irripetibile, specialmente per chi, Mistero Buffo non può che immaginarlo dai racconti popolari.


Mistero Buffo
di Dario Fo e Franca Rame
dal 4 al 16 gennaio al Teatro Nuovo
Piazza San Babila, Milano
prezzo del biglietto: 22 euro (11 euro su Atrapalo!)

http://adserver.atrapalo.it/www/images/55a47776d37b1b3cdb3b1119c9148fc3.gif

Nessun commento:

Posta un commento