lunedì 4 novembre 2013

Riflessi della settimana teatrale: consigli e sconti.

C'era un momento che ci piaceva tanto lo scorso anno, quello dei consigli settimanali. Poi gli impegni, il tempo mancante, la stagione finita ci hanno spinto al silenzio. Ora la stagione è ripartita, gli impegni non sono terminati, ma ci sono tanti spettacoli che mettono l'acquolina, si sente tintinnare l'abbondante pioggia e c'è necessità di un buon ombrello, dunque si rende recessario rispolverare questa rubrica. Dove trovare riparo questa settimana? E a quali prezzi? Le proposte sono interessanti e le offerte davvero invitanti. Spesso strizziamo l'occhio al nuovo, ma certamente il vecchio rappresenta un punto di riferimento imprescindibile. Soprattutto in fatto di ombrelli. Perciò per prima cosa si butti un occhio al Teatro Ghione, dove l'instancabile Giorgio Albertazzi si fa portavoce delle Lezioni Americane di Italo Calvino: connubio troppo ghiotto per rinunciarvi. Al Teatro Vittoria, come ormai succede da 30 anni, i meccanismi delle prove di una sgangherata compagine teatrale sono svelati in Rumori Fuori Scena di Michael Frayn, riuscitissimo spettacolo della Compagnia Attori & Tecnici, ormai una tradizione irrinunciabile. Come irrinunciabile per gli amanti della danza - e non solo - è Alchemy, il nuovo spettacolo dei Momix, compagnia di ballerini/illusionisti fondata dal coreografo americano Moses Pendleton per i quali non servono certo le presentazioni, ma soltanto segnalare il luogo della prossima suggestione: il solito Teatro Olimpico, dal 5 novembre al 1 dicembre. E ancora danza, con un classico del balletto riletto in un'ottica davvero insolita e rivoluzionaria: mette davvero molta curiosità Il Lago dei Cigni versione gay che sarà in scena al Teatro Argentina dal 6 al 10 novembre, certamente la ciliegina alla settimana teatrale; una rilettura che fonde diversi temi, quali il rapporto tra i sessi, dell'omofobia, un continente nero devastato dall'Aids, l'influenza forse della danza popolare Africana.
Messi da parte questi spettacoli, i quali sono quelli che recano il certificato di garanzia - ma anche un ombrello buono può rompersi a volte - facciamo un giro nelle viuzze più nascoste, meno trafficate, più ricercate. Ci vengono incontro ambulanti con ombrelli di emergenza, ci assicurano che sono ombrelli buoni, tentar non nuoce: ci si ripara in qualche modo o ci si becca il raffreddore. Non vogliamo ammalarci, così andiamo nel raccolto spazio/salotto del Teatro Stanze Segrete, dove Massimiliano Giovannetti dirige Marta Scelli in Di nessun partito, tratto dagli scritti di Simone Weil, la quale poco prima di morire, nel 1943, scrisse "Il manifesto per la soppressione dei partiti politici": lo spettacolo è un omaggio al pensiero della filosofa e prova a restituire un senso a parole come verità, giustizia, libertà. Raccogliamo il suggerimento di Rodolfo Di Giammarco di Repubblica per lo spettacolo La Grande Guerra - Eppure si rideva al Teatro Ambra alla Garbatella, ovvero la guerra vista attraverso gli occhi e la sensibilità dei poeti che l'hanno vissuta, un torrente che trascina detriti di cultura, storia, poesia: lanciatevi. Si ride con un classico del Teatro dell'assurdo al Teatro Millelire: Mimmo Strati dirige La Lezione di Ionesco. Ce ne parlano bene, ma i nostri occhi non possono testimoniare, dobbiamo fidarci? Lo sfascio di Gianni Clementi, una sorta di Romanzo Criminale a teatro, in scena fino al 17 novembre al Teatro Sala Umberto. Potremmo fermarci qui, ma il nostro bambino interiore ci tirà la giacca piagnucolando "e noi? e noi? e noi? mica possiamo beccarci tutta la pioggia noi!". Come biasimarlo, è forse il momento più importante: attori e marionette al Teatro Mongiovino per La voce della luna, il quale racconta di un Pulcinella innamorato della Luna; al Teatro Furio Camillo, domenica 10 alle 11.00, ci si emozionerà con Storia d'amore di un paio di scarpe, uno spettacolo di teatro di narrazione e piccolo circo per bambini con elementi di danza, acrobatica, giocoleria e teatro di figura. Ora sì, siamo sazi (e asciutti), non resta che augurarvi
Buon Teatro.  
 A.A. 


ABBIAMO PARLATO DI:
  • Lezioni Americane, di I.Calvino, con Giorgio Alberttazzi | Teatro Ghione, fino a 17 novembre (ridotto! €20 €12, info e prenotazioni)
  • Rumori fuori scena, di M.Frayn | Teatro Vittoria 5 - 17 novembre (€20-€26, info e prenotazioni)
  • Alchemy (Momix) | Teatro Olimpico 5 novembre - 1 dicembre (da €18, info e prenotazioni)
  • Swan Lake, coreografie di Dada Masilo | Teatro Argentina nell'ambito de Romaeuropa festival dal 6-10 novembre (€14-€36, info e prenotazioni)
  • Di nessun partito, di S. Weil, regia M.Giovannetti | Stanze Segrete 5-10 novembre (€10-€13, info e prenotazioni)
  • La Grande Guerra - Eppure si rideva, regia Lorenzo Costa | T.Ambra alla Garbatella 5-10 novembre (best price! €13.80 €7.40, info e prenotazioni)
  • La lezione, di E. Ionesco, regia Mimmo Strati | Teatro Millelire 5 - 10 novembre (€12, info e prenotazioni)
  • Lo sfascio, di Gianni Clementi | Teatro Sala Umberto fino al 17 novembre (ridotto! €23 €15.50, info e prenotazioni)
BAMBINI:
  • La voce della luna, Teatro Mongiovino 9 e 10 novembre (ridotto! €7, info e prenotazioni)
  • Storia d'amore di un paio di scarpe, Teatro Furio Camillo, domenica 10 ore 11.00 (ridotto! €6, info e prenotazioni)

 

Nessun commento:

Posta un commento