sabato 23 marzo 2013

Primavera

(nell'immagine un'opera di Caspar David Friedrich)

Quando il sole leverà
lo sbadiglio oltre i monti
pria che l'ombra offuschi
ancor quel po' che brilla
nuove gemme noi vedremo
lagrimar dagli alti fusti
e come gonfie poppe
penderan sulle bocche
inaridite dai cocenti indugi
dolciastri frutti proibiti;
starem sotto a spremere
goccia a goccia, ululanti:
passerà il livore, dalle labbra
come sbrodolosi poppanti
insozzeremo ogni cosa,
ridendo da anime felici.
A.G.


Nessun commento:

Posta un commento