lunedì 11 marzo 2013

Riflessi della settimana teatrale (15): consigli e sconti

Eh sì, anche noi come tutti abbiamo i nostri impegni. Strana la storia degli impegni. Passi periodi che non c'è niente, poi d'improvviso "BAM!", tutto di un colpo sei catapultato in una moltitudine da uscirne pazzi. Ma ci piace la frenesia; questo, che è un po' uno spazio diciamo del "tempo liberato" che riusciamo a ritagliare nelle corte giornate, ne paga un po' le spese. Nonostante questo, ci par d'avere rimandato a lungo. Saremo brevi, dimenticandoci che ci piace dilungarci in parole e metafore. Diciamo dunque che potremmo ribattezzarli suggerimenti teatrali urlati da un treno in corsa. Iniziamo con l'Argentina,  dove Gabriele Lavia è protagonista del monologo interiore di Fabrizio nello spettacolo La Trappola, trappo da una meravigliosa novella di Pirandello. Di grande interesse è anche lo studio sui Sei Personaggi in cerca d'autore (sempre di Pirandello per gli impreparati) fatto da Luca Ronconi con gli ex allievi dell'accademia Silvio D'Amico, in scena al Teatro India. Riproposto da anni, è ormai un amatissimo cult (con cast rinnovato) lo spettacolo Sono diventato etero!, scritto e diretto da Lorenzo De Feo, in cui si affronta la costernazione di una madre alle prese con un figlio omosessuale che all'improvviso dichiara la sua eterosessualità; in scena al Teatro Millelire. Dedicato alle scrittrici russe Anna Politkovskaya e Natalia Estemirova, assassinate nel 2006 e 2009, La vita cronica, una produzione TSI La fabbrica dell'attore - Odin Teatret, con regia di Eugenio Barba, è in scena al Teatro Vascello. Il difficile rapporto tra una madre e una figlia, la prima vedova, la seconda tornata single per l'abbandono del marito, costrette ad una convivenza forzata dai risvolti drammatici, è il nucleo centrale di Buonanotte mamma al Teatro Stanze Segrete. Risate garantite al Teatro Quirino (eh sì, non facciamo sempre i seriosi), con la commedia di Michael Frayn Due di noi, con Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi. Per i più piccoli suggeriamo Luna sulla luna al Teatro Verde, una piacevole storia tra pupazzi e burattini, dove il pubblico non è solo spettatore, ma partecipa attivamente inventando filastrocche, cantando canzoni, rispondendo a indovinelli. Sempre al Teatro Verde, a partire da mercoledì 13, in scena Filiberto, il fantasma inesperto, liberamente tratto da "Il fanstasma di Canterville" di Oscar Wilde. Forse non esaustivi ma, da non credere, siamo riusciti ad essere sintetici: buon teatro.
A.G.


RIEPILOGO (vengono segnalati solo ridotti generalizzati)

- La Trappola, Regia Gabriele Lavia, Teatro Argentina, 9 - 24 marzo (ridotto! €18 €14, info e prenotazioni)**
- In cerca d'autore, studio sui "sei personaggi", Regia Luca Ronconi, Teatro India, 2 - 28 marzo (ridotto! €18 €10, info e prenotazioni)
- Sono diventato etero!, regia Lorenzo De Feo, Teatro Millelire, 12 - 31 marzo (ridotto! €12 €8, info e prenotazioni)
- La vita cronica, regia Eugenio Barba, Teatro Vascello, fino al 17 marzo (€15-€20, info e prenotazioni)
- Buonanotte mamma, regia Giuseppe Oppedisano, Teatro Stanze Segrete, 1 -17 marzo (€10-€13, info e prenotazioni)
- Due di noi, regia Leo Muscato, Teatro Quirino, 12 - 24 marzo (ridotto! €15 €10, info e prenotazioni)


BAMBINI
- Luna sulla luna, regia Mario Villani, Manuela Del Beato, Teatro Verde, 10-12 marzo (€7, info e prenotazioni)
- Filiberto, il fanstasma inesperto, regia Virginio De Matteo, Teatro Verde, 13-14 marzo (€7, info e prenotazioni)

Nessun commento:

Posta un commento