sabato 3 aprile 2010

Lampada rovesciata


L'aria pungente dei silenzi irrisolti
è come una lampada rovesciata
che lascia incompiuto un romanzo.
Ci si muove a tentoni nel buio
per lo spasmo di luce d'una candela
l'eterno bloccato nell'indefinito del tempo.

L'inesorabile arco lunare a far luce
lieve bagliore nel fitto degli alberi
che lascia il mistero di ombre brumose.
Il bosco si riempe di folletti
e di fate, sarà vero?
Irrazionale
come la scintilla che accende due corpi
ardenti combattenti nell'oscurità
vincolati alla dimenticanza del buio
di se.

Perdersi per poi ritrovarsi
in una goccia di sudore
al clamore dei battiti.

Lascia che mi perda nelle tue voluttà
che in te ricerchi l'affanno
e la mia quiete.
di Matteo Di Stefano

Nessun commento:

Posta un commento